Cod: 196670
Trumeau Lombardo inizio '700
Epoca: Primi del Settecento
Restauri: ottimo stato di conservazione
Per trumeau, termine francese, si intende comunemente un mobile a doppio corpo, di cui quello inferiore è costituito da una cassettone con alzata e quello superiore da una struttura arretrata, con due sportelli chiusi da specchi (molati o incisi) oppure da vetri e terminante con una cimasa. Il vocabolo è nato per indicare, nell'architettura gotica, un elemento scultoreo che divide due aperture (porte o finestre).
 
Il termine trumeau è ben noto agli appassionati d'antiquariato ed in particolare agli amanti dei mobili del Settecento, ma forse non tutte le persone associano il termine francese al prezioso mobile che in Italia, alle volte, chiamiamo trumò.
Il trumeau, o trumò, è un mobile che nella sua parte inferiore è simile ad un cassettone con alzata mentre in quella superiore sono presenti due preziose ante, o più raramente una sola, che celano ripiani e piccoli cassetti.
L'originale mobile è quindi formato da due corpi distinti, separati fra loro da un piano a ribalta, costituendo un felicissimo connubio tra diversi mobili tradizionalmente associati a funzioni diverse.
Il trumeau è, infatti, un mobile che con la sua sola presenza arreda un ambiente in modo elegante, alle volte discreto ed in altri casi barocco, vista la variabilità degli stili al quale si sono ispirati i maestri ebanisti del Settecento e gli abili artigiani che al giorno d'oggi ne riproducono l'arte.
 
Questo mobile è un bel doppio corpo lombardo lastronato in radica di noce, particolare nel suo genere per diversi fattori: una misura imponente ma dinamica, grandi specchi originali al mercurio che danno notevole eleganza e brio alla parte superiore del mobile, copiose superfici ebanizzate diverse tra loro ed in grado di creare giochi dinamici in tutto il mobile 
Il mobile nella parte inferiore ha una linea mossa/spezzata aggettante ed è costituito da tre cassetti più uno piccolino, montanti architettonici con riserva lastronata in diagonale con alternanza di legni chiari e scuri. Subito al di sopra dei cassetti si trova una caratteristica fascia modanata interamente ebanizzata,  inusuale ma che veniva spesso creata per mobili di una certa rilevanza.
Passando alla parte superiore del mobile, due ante lastronate a spina di pesce aprono completamente il fronte, hanno un perimetro molto sottile dando perciò molto spazio agli specchi e creando quindi un effetto di slancio verso l'alto dell'intero mobile e di alleggerimento visivo complessivo, ad aumentare questo effetto è anche l'assenza dei montanti. Il trumeau termina con un imponente cimasa lignea ed ebanizzata di misura notevole ed allungata in grado di regalare armonia a tutto il mobile.
 
Questo è un trumeau lombardo in noce, radica di noce e cornici ebanizzate, dalle misure di 280 x 125 x 60 cm, della seconda metà del XVIII sec.
Il profilo mosso della fronte è sottolineato da una base che risulta più bassa della parte superiore appena modanata che ne segue il perimetro e poggia frontalmente su piedi a candela
Nel corpo inferiore il legno tinto di nero si ritrova nei montanti intagliati e modanati che sottolineano la verticalità del mobile: nelle fasce modanate inferiore e superiore che chiudono il fronte mosso; nelle cornici che racchiudendoli suddividono i tre cassetti e nei listelli che seguono il contorno della cartouches rettangolari che contorna il cassetto.
La fascia leggermente sporgente sotto il piano calatoio presenta una triplice riquadratura molto armonica mentre sull'anta ribaltabile che cela sei cassetti ed un segreto, il motivo decorativo che nei cassetti rissulta diviso si compone di un unico disegno.

Le maniglie e le toppe sono in bronzo cesellato
In questo trumeau dalla linea particolarmente slanciata il contrasto tipicamente lombardo tra decorazioni ebanizzate e superfici lastronate in noce e radica di noce risulta più evidente per le tonalità chiare di quest'ultimo che contrastano con l'ebano creando un gioco equilibrato di colori e calore particolarmente apprezzabile in questa tipologia di mobili.
In legno scuro risaltano gli agili e slanciati piedi a mensola che si congiungono alla bassa cornice sagomata racchiudente il perimetro inferiore .
Dobbiamo ammirare di questo meraviglioso trumeau le sue caratteristiche principali: da un lato il suo essere mastodontico e dall'altro il suo essere agile grazia ad una mossa centrale e  laterale che da ampio respiro a tutto il mobile.
Mossi anche i cassetti all'interno ed il reggi candela
L'opera, come ogni nostro oggetto, viene venduta corredata da un certificato fotografico FIMA di autenticità e lecita provenienza; questo documento identifica l'oggetto apportando un valore aggiunto all'articolo.
Ci occupiamo ed organizziamo personalmente l'imballaggio e la spedizione delle opere d'arte  con assicurazione in tutto il mondo.
 
Dr. Riccardo Moneghini
Esperto in pittura antica - perito del tribunale
Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy