Cod: 235678
ARAZZO SCENA BIBLICA XVI SECOLO
Epoca: Cinquecento
Restauri: presenti alcuni restauri di epoca successiva

Arazzo raffigurante scena biblica "Giuditta e Oloferne"

Epoca  XVI  secolo - Fiandre

Misura: altezza cm 3,30 lunghezza cm 3,20

Arazzo a trama di lana e seta, Fiandre, XVI secolo

Restauri: presenti alcuni restauri minimi nella scena, e tratti della bordura avvenuti in epoca successiva

 

GIUDITTA E OLOFERNE

All’interno della tenda, tenuta socchiusa dalla bella Giuditta, l’ancella raccoglie
la testa del malcapitato Oloferne (condottiero dell’esercito assiro), appena
decapitato.
Lo stesso giace inerme sul letto, ai suoi piedi la grossa spada utilizzata da
Giuditta per compiere il macabro gesto.
In primo piano a sinistra, e sullo sfondo, la scena del banchetto ormai
consumato, dove soldati stanchi ed ebbri dormono distesi a terra tra le tende
dell’accampamento.

La storia raccontata nella Bibbia Cristiana,  narra come Giuditta, ricca e bella
vedova appartenente al popolo israelita di Betulia, sottomesso da 34 giorni di
assedio, riuscì, con un inganno, ad entrare, in compagnia di un’ancella, nel
campo nemico e a tagliare il capo ad Oloferne, inviato lì per la Campagna
d’occidente dal re Nabucodonosor.

 

L’arazzo, opera tessile, si diffonde largamente in Francia e nelle Fiandre a
partire dal XIII° secolo.
Agli inizi del  XV° secolo la città di Arras diventa il centro più importante di
produzione (da qui il nome in italiano Arazzo), quindi dalla seconda metà del
XV secolo nascono altre manifatture a Bruges, Oudenaarde, Anvers e
Bruxelles.
Le manifatture, in quegli anni, si ispirano spesso a motivi del manierismo
italiano, scene classiche, mitologiche e allegoriche, scene di guerra e di caccia,
ritratti di nobili.

Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy