Cod: 318523
Cerchia di Gabriele Bella (1730-1799), Vedute di Venezia
Epoca: Settecento
prezzo: € 8.000

Cerchia di Gabriele Bella (1730-1799)
Vedute di Venezia
(2) Olio su tela, cm 30 x 39,5 - con cornice cm 33 x 43

Le due tele in analisi, dati i confronti effettuati, ad esempio e la qualità estremamente realistica e la tipologia delle figurine che animano il dipinto realizzate a macchiette assai vivaci, il modo nitido di costruire le architetture che inquadrano le scene rimandano alla produzione di uno dei seguaci dei prototipi canalettiani, che si riconosce in Gabriele Bella (1730-1799).
Le notizie biografiche su di lui sono alquanto scarne, solo attraverso i suoi quadri lo sappiamo attivo fra il 1740 e il 1782. Compare di lui un dato nel libro della Fraglia, dove risulta iscritto nel 1760. La maggior parte dei suoi quadri si trova nella pinacoteca Querini-Stampalia, a Venezia, che ne possiede una settantina. Di questi, la Festa dei Tori, fatta nel 1740 in onore del re di Polonia, e la Cena al Teatro di San Benedetto per i duchi del Nord (1782), e la Veduta della loggia eretta in Campo S. Giovami e Paolo, da cui Pio VI benedì il popolo (1782), segnano i limiti, sicuramente databili, della sua operosità artistica.
Questo maestro, a torto considerato un minore della scena artistica lagunare, è noto per la rappresentazione di feste, sagre e celebrazioni, offrendoci straordinari spaccati della vita quotidiana della repubblica. L'artista parte dalle incisioni dei secoli XVI, XVII e XVIII, adattandole poi alla sua esperienza personale, per cui, paragonando le incisioni più antiche con i suoi quadri e con ciò che si vede ai nostri giorni, è possibile cogliere i cambiamenti della città nei secoli. Abilità del pittore sta nel sapere descrivere con vivacità le attività di commercio, navigazione e paesaggio che si svolgono quotidianamente nella città lagunare.
Le due tele raffigurano da due scorci diversi piazza San marco con il campanile, la Basilica, il Palazzo Ducale, la Riva egli Schiavoni, la Biblioteca Marciana e le due colonne, quella di San Marco e San Todaro.
Queste due composizioni ricordano infatti alcuni dipinti eseguiti da Gabriele Bella per i Querini Stampalia e ora conservati presso la Fondazione veneziana erede della nobile famiglia. Ulteriori confronti possono essere effettuati con opere passate sul mercato antiquario, ad esempio la veduta raffigurante La Veduta del Canal Grande proposta a Genova nel 2016 e la Veduta del molo di Venezia proposta sempre a New York da Sotheby’s nel 2008. 

Con Ars Antiqua è possibile dilazionare tutti gli importi fino a € 5.000 a TASSO ZERO, per un totale di 12 RATE.
Es. Tot. € 4.500 = Rata mensile € 375 per 12 mesi.
Es. Tot. € 3.600 = Rata mensile € 720 per 5 mesi.
Per importi superiori a € 5.000 o per una maggiore dilazione nel tempo (oltre 12 rate), possiamo fornire un pagamento personalizzato.

Contattaci direttamente per avere il miglior preventivo.

DIRETTA TV
– DOMENICA 17.00 – 21.00 Dig.terr. 126 – Sky 861 - 937
– In streaming sul nostro sito www.arsantiquasrl.com e sui nostri social Facebook e Youtube

Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy