Cod: 31618
Capriccio architettonico con figure
Autore : HUBERT ROBERT
Epoca: Seconda metà del Settecento

HUBERT ROBERT
(Parigi, 1733 - 1808)

Capriccio architettonico con figure

Olio su tela, cm 37x43
 
Il maestro, parigino d’origine e cultura ma pressochè naturalizzato romano, rappresenta il punto di arrivo della pittura di paesaggio con rovine del Settecento nell’Urbe, sulla scia degli esempi del grande Giovanni Paolo Panini e prima degli sviluppi del genere in ambito più strettamente Neoclassico o Romantico.
Di fronte ad un monumentale rudere, presumibilmente da intendere come un pronao, la cui trabeazione, particolarmente aggettante ed imponente, è sottolineata da un fregio a bassorilievo, un nucleo di “figurine” si appoggia a frammenti antichi abbandonati a terra: tra loro spicca un personaggio, delineato con un marcato ed elegante allungamento del corpo, che sembra atteggiato nell’illustrare la grandiosa rovina al gruppo di personaggi.
Lo sfondo è dominato dal rudere di un complesso probabilmente termale; a corollario il maestoso cielo è delineato dalla quinta arborea, definita da un verde alquanto scuro, sul margine destro.
La tela è rappresentativa dello stile giovanile di Hubert Robert nei suoi primi anni romani, presumibilmente intorno al 1760: spiccano il denso impasto cromatico, nel quale predominano tonalità piuttosto cupe, estremamente suggestive, accanto a rialzi più caldi di accento rosato, assolutamente peculiari del maestro francese, e l’attenzione, ancora di gusto paniniano, per la definizione delle piccole figure.

 

 

 

Hubert Robert

Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy