Cod: 318779
Ritratto di gentiluomo in armatura: Jacques Charles de Vérot, Chevalier de Vérot (1691-1763)
Autore : Hyacinthe Rigaud (Perpignan 1659 - Parigi 1743)
Epoca: Settecento
prezzo: € 8.800
Restauri: Buone condizioni
Hyacinthe RIGAUD (Perpignan 1659 - Parigi 1743), atelier di
Ritratto di gentiluomo in armatura: Jacques Charles de Vérot, Chevalier de Vérot (1691-1763), membro dell’ordine reale dei Cavalieri di Saint-Louis (Chevalier de l'Ordre de Saint-Louis)
 
Periodo Luigi XV - inizi del XVIII secolo
olio su tela, cm. 84 x 67
In pregevole cornice dell’epoca cm. 104 x 85
 
 
Il dipinto qui esaminato, effigiante un gentiluomo in armatura e databile intorno agli inizi del XVIII secolo, è da collocarsi nell'entourage del pittore Hyacinthe RIGAUD (Perpignan 1659 - Parigi 1743), ritrattista tra i più significativi del suo tempo e grande interprete della scuola francese avendo lavorato quasi esclusivamente alle corti di Luigi XIV e poi Luigi XV.
 
L'effigiato ritratto, in particolare, si può identificate con il gentiluomo e militare francese Jacques Charles de Vérot, Chevalier de Vérot (1691-1763), membro e cavaliere dell'Ordine francese di Saint-Louis, come è anche testimoniato dalla spilla che porta al petto.
 
L’Ordine di Saint-Louis (nome completo: Ordre Royal et Militaire de Saint-Louis) fu un ordine cavalleresco militare francese fondato il 5 aprile 1693 da Luigi XIV e traente il nome da San Luigi (Luigi IX). Esso venne riservato come ricompensa per ufficiali meritevoli ed è noto solitamente per essere stata la prima decorazione anche per i non nobili. E' considerato l'antenato della Legion d'onore in quanto i membri ricoprivano le medesime funzioni.
 
Si tratta di un'opera di notevole eleganza formale ed estetica. Si notino la resa minuziosa dei tratti del volto, la nitidezza dei contorni sottolineati dalla luce, la forza espressiva degli occhi. Il viso è caratterizzato da passaggi chiaroscurali che riproducono in maniere verosimile la luce e i suoi effetti, resi con grande maestria.
L'opera riprende una formula spesso usata da Rigaud e dal suo atelier per i ritratti dei membri dell'aristocrazia francese, presentati a mezza figura di profilo, nel nostro caso leggermente rivolto verso destra, con la classica parrucca che ne identifica l'alto rango sociale.

Hyacinthe RIGAUD (Perpignan, 1659 – Parigi, 1743), è stato un pittore francese di origini catalane.
Nel 1682 vinse il Prix de Rome, la borsa di studio che consentiva di effettuare un soggiorno presso l'Accademia di Francia, a Roma, ma su consiglio di Charles Le Brun rinunciò al premio e si concentrò sulla sua attività di ritrattista.
Alla corte di Luigi XIV incontrò il favore di ambasciatori, di uomini di Chiesa, di cortigiani e di uomini d'affari che posarono per lui.
I suoi ritratti, fastosi eppure austeri, sono oggi apprezzati anche come fonte per la storia del costume e della moda, poiché, oltre alla somiglianza fisiognomica, riescono a rendere i dettagli degli abiti e dell'arredamento. L'opera più celebre di Rigaud è il ritratto ufficiale del re Luigi XIV (firmato e datato 1701), conservato al Museo del Louvre (una copia, realizzata dall'artista sempre su richiesta del sovrano, si trova al Palazzo di Versailles).
Divenne Accademico di Francia nel 1700 e nel 1701 ebbe la nomina di pittore del re. Nel 1709 entrò a far parte della nobiltà della sua città natale e nel 1727 venne nominato cavaliere dell'Ordine di San Michele.

L'opera è presentata con una stato di conservazione eccellente, completata da una magnifica cornice in legno intagliato dell’epoca.
 
Per ulteriori informazioni siete invitati a contattarci.
Dipinto corredato di certificato di autenticità fotografico a norma di legge (FIMA
Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy