Cod: 241048
Giuditta con la testa di Oloferne, Franz Carl Stauder (Svizzera 1660 - 1714), firmato in basso al centro
Autore : Franz Carl Stauder (Svizzera 1660 - 1714), firmato
Epoca: Seicento
prezzo: € 8.400
Restauri: Eccellenti condizioni di conservazione
Franz Carl Stauder (Svizzera ca.1660 - 1714)
firmato in basso al centro

Giuditta con la testa di Oloferne
Olio su tela, cm. 56 x 44, con bella cornice in legno dorato ed intagliato 75 x 64 cm.
 
Dettagli completi dell'opera https://www.antichitacastelbarco.it/it/prodotto/franz-carl-stauder--svizzera-1660---1714----firmato
Questa affascinante opera presenta l’eroina biblica Giuditta che regge fieramente tra le mani la testa di Oloferne; tale soggetto iconografico fu molto amato specialmente nel periodo barocco, poiché rispondente al gusto del tempo nella rappresentazione di passioni forti, contrastanti, spesso fatali. Si tratta, in particolare, dell'episodio biblico dell’uccisione del generale dell’esercito babilonese Oloferne da parte della bella e coraggiosa vedova ebrea Giuditta, per liberare il proprio popolo dalla dominazione straniera.
Il dipinto, firmato in basso nella parte centrale, è un opera del pittore barocco Franz Carl Stauder, membro di una dinastia di artisti svizzeri ma attivo, seppur per breve tempo anche in Germania e Italia. Visse e lavorò soprattutto in Svizzera precisamente a Lucerna, ottenendo le maggiori committente tra Zurigo, Berna e Costanza.
Stauder soggiornò in Italia durante gli anni di studio, a Venezia, secondo le fonti nella bottega di Johann Carl Loth (1632-1698), il che spiegherebbe il vivace e brillante colorismo dal carattere veneziano che fa brillare i suoi quadri, come la nostra tela.
La produzione dello Strauder è piuttosto esigua e sono estremamente rari i dipinti di qualità presenti sul mercato, poiché la quasi totalità delle opere da lui realizzate furono a tema religioso, principalmente dipinti ed affreschi per le abbazie, i monasteri e le chiese svizzere.
Il presente dipinto è pertanto atipico nella produzione di Stauder e dovrebbe pertanto essere fatto risalire al suo soggiorno veneziano, quindi intorno al 1680-1690 (anche se le date esatte non ci sono prevenute). Di tale periodo risalerebbe anche il meraviglioso dipinto Lot e le figlie eseguito nel 1689 e venduto a Vienna, presso Dorotheum, nell’aprile del 2014 (vedi link: https://www.dorotheum.com/it/l/3893773/). In entrambe le tele sono evidenti, con le loro cromie decise e i chiaroscuri capaci di enfatizzarne la forza espressiva, le suggestioni di gusto veneziano, unite ad una eccellente qualità pittorica.
CONSERVAZIONE La tela si distingue per i colori brillanti e l’eccellente conservazione.
 
Come ogni nostro oggetto, l'opera viene venduta corredato di certificato di autenticità fotografico a norma di legge.
Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati.
Contattateci per qualsiasi informazione, saremo lieti di rispondervi.
Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy