Cod: 236210
L'Ultima Cena, Firenze primi del Seicento
Autore : Domenico Crespi il Passignano (Firenze 1559-1638)
Epoca: Seicento
prezzo: € 6.700
Dipinto a olio su tela dei primi del Seicento, raffigurante l’episodio dell’Ultima Cena, opera di un pittore di scuola toscana, precisamente fiorentina, attivo nella fiorente bottega di Domenico Crespi detto il Passignano (Passignano 1559 – Firenze, 1638).
olio su tela
cm.100 x 78
con cornice cm. 119 x 98
 
Si tratta di un’opera di grande interesse dato il suggestivo tema trattato, che segue un'iconografia molto tradizionale, memore del famoso modello leonardesco, che si diffuse poi in innumerevoli varianti.
 
La tela rappresenta il momento più drammatico del Vangelo, quando Cristo annuncia il tradimento di uno degli apostoli "In verità vi dico uno di voi mi tradirà" (Giovanni 13,21-33). È una scena concitata, con il fulcro immobile costituito dalla figura di Gesù, attorno al quale convergono gli apostoli.
 
Sebbene il cenacolo più famoso sia appunto quello di Leonardo da Vinci, la produzione di questo tema iconografico fu un fenomeno prettamente fiorentino che prese piede dai primi del XV secolo, a cui poi Leonardo stesso si ispirò. L'episodio venne profondamente rinnovata dal maestro, che seppe infondergli un significato più intimo ed emotivamente rilevante, studiando per ogni singolo apostolo la reazione all'annuncio dell'imminente tradimento di uno di loro.
 
Dipinto in eccellenti condizioni.
Per qualsiasi ulteriore informazione, siete invitati a contattarci.
Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy