Cod: 211794
San Sebastiano, Ambito napoletano prima metà XVII secolo, Cerchia di Jusepe de Ribera, detto lo Spagnoletto
Autore : Jusepe de Ribera (1591 - 1652) cerchia di
Epoca: Seicento
prezzo: € 4.650

~~Cerchia di Jusepe de Ribera, detto lo Spagnoletto (Xàtiva, 1591 – Napoli, 1652)

San Sebastiano

 

 

Ambito napoletano, prima metà del XVII secolo

olio su tela, (cm): 64 x 48

(opera in fase di studio)

 


Dettagli completi su www.antichitacastelbarco.it

Il dipinto in esame raffigura un intenso ritratto di San Sebastiano, immortalato nel momento del martirio seguito alla sua condanna a morte inflittagli da Diocleziano.

L’evidente qualità del dipinto ed i suoi connotati stilistici, ne riferiscono la paternità ad un talentuoso pittore del primo barocco napoletano, prossimo alla cerchia del maestro spagnolo Jusepe de Ribera, attivo nella città partenopea per un trentennio, dal 1616 al 1652.

L’attenzione per il dato realistico della fisionomia del santo e delle emozioni che suscita, l'uso sapiente del chiaroscuro, la conoscenza profonda e la rielaborazione dei modelli della pittura italiana del Rinascimento sono le caratteristiche stilistiche del pittore che ritroviamo nella tela, e che segnarono una vasta schiera di allievi, tra cui il napoletano Giovanni Ricca, il campano Francesco Guarino, i fiamminghi Matias Stom ed Hendrick de Somer e molti altri nomi.

La scena, fedele all'iconografia classica, ritrae il santo legato al trono di un albero e trafitto da una freccia. Di grande impatto emotivo l’espressione del suo volto, con gli occhi aperti rivolti verso l’alto e le labbra socchiuse. Non traspare un senso di sofferenza, ma piuttosto si coglie l’estasi del Santo che, rimanendo pienamente cosciente, mostra allo spettatore un esempio di devozione e fede.

Jusepe de Ribera, conosciuto anche come José de Ribera, o col soprannome Spagnoletto (Xàtiva, 1591 – Napoli, 1652), è stato un pittore spagnolo, attivo principalmente a Napoli. Fu uno dei massimi protagonisti della pittura europea del XVII secolo ed uno dei più rilevanti pittori che seguirono il filone del caravaggismo. Assieme ad altri pittori dell'epoca, su tutti Luca Giordano, Francesco Solimena, Massimo Stanzione, Mattia Preti, Bernardo Cavallino e Battistello Caracciolo, fu uno dei più importanti esponenti della pittura napoletana seicentesca.

La tela si presenta in ottimo stato di conservazione, ed è accompagnata da una bella cornice laccata e dorata.

Il dipinto, come ogni nostro oggetto, viene venduto corredato di certificato di autenticità a norma di legge.

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati.

Powered by Anticoantico
Anticoantico srl unipersonale P.Iva 02264621208 REA BO-425315 Capitale sociale 50.000€ interamente versato
Disclaimer | Privacy Policy